Home » POLITICA » …..credendo vides

…..credendo vides

Sono rimasto impegnato a pensare nelle ultime settimane a come far si che le persone che mi circondano nel mio impegno politico (strana espressione) potessero vedere in me la persona competente per un determinato ruolo.

Ho iniziato allora a VOLER VEDERE questioni che,si avevo già considerato ma mai in modo significativo.

E allora via a leggere costituzione, leggi e competenze regionali, leggi nazionali e documenti vari su questo e quello.

E poi ancora a provare ad essere quello che sa di Irap, sanità, di partecipate e non partecipate, di bilancio, di rifiuti (e che cacchio almeno una) ecc ecc.

E via anche con il comportarsi in modo quasi nascosto perché il mio essere presente in modo quasi continuo poteva essere travisato e visto sotto una luce di opportunità personale e quindi egoista.

E di nuovo cercare di stare attento a come parlare con questo e con quello, di scrutare dietro ad ogni mossa cosa potesse pensare il tale di me, a come potevo dare modo di far capire quello che sono. E magari a pensare « ma dove cacchio voglio andare, è chiaro che quello è più preparato, più giusto, più competente.

E adesso….. be’ adesso basta…. adesso si torna ad essere quello che sono e quindi si torna a CREDERE.

Si torna a CREDERE in noi, in noi come gruppo di persone INSIEME COMPETENTI, insieme creatori di un modo di FARE e non di ESSERE, un gruppo di scommettitori di e su se stessi, di persone che si danno agli altri in modo diverso gli uni dagli altri, in modo spesso singolare, ma proprio e più di altri, capaci di mettere insieme queste singolarità come ingredienti speciali di una ricetta che non può fare a meno di ogni grande o piccolo passaggio per far si che il risultato sia un coro di sapori unici e uniti.

Torno a CREDERE che un modo di gestire la cosa pubblica diverso e disinteressato sia possibile e che si possa essere parte di questa possibilità nel mio modo, nell’unico modo che conosco, appunto CREDENDO che impegnandosi si possa essere e diventare esperti anche di questioni che sembrano lontane e difficili.

Torno a CREDERE che,se fatta da persone oneste, volenterose, intelligenti, la politica possa,si continuare a non essere FACILE ma a diventare SEMPLICE.
La semplicità della verità, la semplicità che si vede se si toglie la corruzione dalle leggi, se si toglie l’interesse per questo o quello, se si toglie il proprio tornaconto.

Provate, se non lo avete ancora fatto, a prendere le decisioni, le leggi della regione (in questo caso), quelle sui trasporti, sugli ospedali, sulla sanità in generale, sulla gestione delle scuole e dell’istruzione, sul bilancio…….ecco prendetene una o più di una a caso e poi togliete le parti che sono fatte o per gli amici, o per il partito (mantenimento del potere), o per tornaconto personale e vedrete come
probabilmente vi accorgerete che non sarà FACILE, ma SEMPLICE, migliorare quella legge o quella norma e farla diventare veramente una legge o norma fatta per il bene comune.

Ecco io torno a CREDERE perché solo CREDENDO posso VEDERE quello che ci sta dietro la competenza e cioè la SEMPLICITÀ nel VEDERE i bisogni degli altri e per questo lottare e studiare e, automaticamente, diventare competenti nel FARE molto per tutti e non ESSERE qualcuno per pochi.

……e adesso…..be’ adesso a voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...